Ingegneria edile e strutturale

Questo settore specifico è particolarmente evoluto in ITS che, dal 1980, rivolge la propria attenzione ai settori della ingegneria civile pubblica di servizio, sociale, scolastica come anche all’edilizia residenziale, alberghiera, commerciale, industriale e direzionale, in particolar modo in aree soggette a rischio sismico.

La sezione strutturale si avvale dei più innovativi e sofisticati sistemi di calcolo strutturale sia statico che dinamico, lineare e non, di simulatori del comportamento delle strutture in caso d’incendio e di diffusione del calore ed anche del calcolo fluidodinamico computazionale (Computational Fluid Dynamic, Cfd) che consente di simulare al computer il comportamento e gli effetti del vento che agisce sulle strutture anche ad alta velocità, aggiornando costantemente la ricerca e la formazione dei propri ingegneri strutturisti in modo da proporre l’utilizzo di tecniche costruttive tra le più raffinate sia con i materiali tradizionali come calcestruzzo, acciaio, legno e pietra, sia con i materiali non convenzionali come compositi, polimeri, teli e membrane, vetro, acciai speciali, leghe metalliche, fibre naturali ecc.

L’esperienza, data dai numerosi restauri e ristrutturazioni di edifici di rilevanza storico-architettonica, ha conferito, inoltre, al settore strutturale una specifica competenza in tale ambito dal quale risalta, in particolare, l’esperienza accumulata nel restauro degli edifici di culto.

Referente: Ing. Carlo Titton

Servizi:

  • Calcolo strutturale statico e sismico
  • Ingegneria strutturale dinamica e vibrazionale
  • Ingegneria di strutture ultraleggere e di grande luce
  • Progettazione di ponti e gallerie
  • Studio dei materiali strutturali
  • Valutazione della vulnerabilità delle strutture ai carichi statici e dinamici
  • Strutture in materiali ecosostenibili
  • Restauro conservativo di consolidamento e/o adeguamento sismico
  • Edilizia pubblica e attività produttive